#Kloe Pillole: Papà castoro, raccontaci una storia (quando il racconto è la chiave del successo)


chapter-1220579_960_720

«Noi sappiamo come funzionano le storie e possiamo provarlo. Nel business, molti dei leader più ispirati del nostro tempo, sono degli storyteller eccezionali» scrive Carmine per Forbes.

La forza di una storia ben raccontata, in cui compaiano tensione, conflitto, risoluzione si esprime nell’effetto di innescare in chi l’ascolta il rilascio di sostanze come il cortisolo, l’ossitocina e la dopamina, che ti fa sentire felice quando una storia ha un lieto fine.

MANAGER E STORYTELLER 

Sicuramente avrai sentito parlare di leader come Richard Branson, Sheryl Sandberg, Bill Gates, che hanno avuto idee rivoluzionarie ma, più di tutto, hanno saputo trasformarle in storie affascinanti. Ancora una volta ritorna il mantra “il brand è un racconto che deve emozionare”.

Pensiamo, ad esempio, alla Virgin, alla Apple, alla Southwest Airlines, che hanno costruito il loro successo sul saper fare un ottimo storytelling, che arriva dritto all’utente e ai suoi desideri.
Del resto «La storia è tutto» come ha detto anche il brillante Kevin Spacey di House of Cards.

FASCINO DA NARRATORE 

Un articolo del Wall Street Journal riporta una ricerca secondo cui i bravi storyteller avrebbero anche più chance con l’altro sesso. La ricerca, costituita da tra differenti studi a riguardo, mostra come un buon storyteller intesse resoconti concisi ed avvincenti, mentre uno da quattro soldi dice cose noiose e vaghe.

Morale della favola: chi ben racconta è a metà dell’opera (pare).

Per approfondire ti consiglio di leggere il pezzo di Carmine “Why Storytellers are Attractive in Life and Business”.