#Kloe Pilloe: La buyer experience è sempre più questione di fiducia


Trust_(466709245)

All’alba del 2016 una domanda aleggia sovrana tra gli interrogativi dei marketer: “Quanto si fidano i clienti?” Questa domanda è stata proposta in chiave scientifica dal 2016 Edelman Trust Barometer, cioè il «il Barometro della fiducia 2016», uno studio condotto su 33 mila persone e diffuso in occasione del World Economic Forum di Davos. Sono stati interessanti, come ci spiega Rachele nel suo pezzo, i risultati ottenuti da questa analisi e si è scoperto che:

  • il 71% si fida delle ricerche online;
  • il 69% della tv;
  • il 67% di social network e social media;
  • il 45% dei giornali e il 32% dei magazine

L’importanza del passaparola e del circolo virtuoso

In questo scenario così ampio, dove la partita non si gioca più soltanto a colpi di ROI, un peso specifico importante ce l’hanno i pareri di parenti e amici, oltre a quelli dei dipendenti dell’azienda o del brand, di cui si acquista il prodotto. Se vuoi, dunque, che le persone comprino, devi trasmettere loro fiducia e devi creare, più di tutto, un circolo virtuoso dove i potenziali acquirenti si sentano seguiti, coccolati e mai abbandonati al loro destino.

«Il motto del cliente», racconta Rachele, «resta sempre lo stesso, ma ribadito con voce ancora più alta oggi, all’inizio del 2016: Mi fido, ti compro. E ti faccio comprare». O detto in altri termini: «Fammi innamorare, sarò tuo cliente!». Che tradotto significa: vuoi far crescere la tua azienda? Allora mettici il cuore, fai vedere ai tuoi clienti che davvero ti stanno a cuore. Li avrai conquistati.