#Kloe Personaggi. Annamaria Testa: «Per cogliere le opportunità bisogna immergersi nel contemporaneo» 1


AMT_ritratto1 Annamaria Testa si occupa di creatività e di comunicazione per le imprese dal 1974. È titolare di Progetti nuovi (agenzia di strategie e iniziative di comunicazione).
È docente all’ università Bocconi, giornalista e blogger su Nuovoeutile. Ha pubblicato diversi saggi.

  1. Vorrei chiederti per cominciare di Progetti Nuovi. Progetti Nuovi ha compiuto 10 anni nel 2015. Qual è per te la lezione più importante di questo decennio di attività nella comunicazione?

Mah, se parliamo di “attività nella comunicazione” il periodo da considerare in realtà copre gli ultimi quarant’anni.

La lezione più importante: le tecnologie cambiano,  gli strumenti nuovi si moltiplicano e creano  opportunità che vanno colte al volo. Ma per coglierle pienamente bisogna sia essere immersi nella contemporaneità, sia avere una buona familiarità con le regole di base del comunicare efficace: temi di cui già parlavano Aristotele e  Cicerone.
Altrimenti si rischia  di inventare l’acqua calda, e neanche troppo calda: tiepida.

Con Progetti nuovi spesso seguiamo iniziative speciali o affrontiamo temi inediti o problemi complessi. Per avere buoni risultati facciamo proprio questo: mettere insieme nuove opportunità e regole permanenti del comunicare efficace.

Quanto è utile la prossimità con i propri Clienti? Respirare il contesto (del Cliente) come un novello Maigret è superato? Si lavora a distanza stando in un qualunque posto del mondo, si ottimizzano i costi e tanto basta?

La qualità costa sempre in termini di tempo, di energie e di competenze investite.

Non si tratta tanto e solo di “respirare il contesto”, quanto di interiorizzare un complesso sistema di informazioni che rendono ciascun cliente diverso da ogni altro: identità, storia, ambiti, progetti, obiettivi, offerta, immagine pubblica, aree di forza e di debolezza… e di trasformare questo sistema di informazioni in un modello che abbia valore progettuale. Solo allora si può lavorare a ragion veduta.

Oggi si parla molto di “reputazione” ed è qualcosa che non si costruisce certo in un giorno. Se il mercato compra reputazione, i giovani creativi in che modo dovrebbero far salire le quotazioni della propria?

1) sii onesto con il tuo cliente e con te stesso
2) sii responsabile degli aspetti etici ed estetici di quel che fai, oltre che di quelli strettamente professionali
3) sii paziente:  una reputazione solida si costruisce nel tempo, con costanza ed essendo coerenti 4) reputazione e notorietà sono due cose diverse: se persegui solo la seconda non necessariamente ti guadagnerai la prima.

Comunicazione fa rima con fidelizzazione?

Fa rima con tante cose: con emozione. Con intuizione. Con creazione. Con narrazione. Con seduzione. Con interazione. Con dedizione. Con preparazione. Perfino con vocazione.

(Anna Pompilio, Business Analyst, blogger su lakasaimperfetta.com)


Un commento su “#Kloe Personaggi. Annamaria Testa: «Per cogliere le opportunità bisogna immergersi nel contemporaneo»

I commenti sono chiusi.